Home / Consigli / Gli errori più frequenti commessi da chi sceglie di incontrarsi online
errori incontrarsi online

Gli errori più frequenti commessi da chi sceglie di incontrarsi online

Gli incontri organizzati online sono sempre ad alto rischio: non essendoci stato un vero e proprio contatto fino al momento tanto agognato, non si sa mai come ci si deve comportare per risultare piacevoli.

È bene però ricordare che il rischio interessa anche chi si trova dall’altro lato: ecco, dunque, gli errori – o per meglio dire, gli orrori – più frequenti da evitare per chi sceglie di incontrarsi online.

Contraddistinguersi per l’incoerenza

Il primo orrore che si commette frequentemente quando ci si incontra dopo una conoscenza iniziata online, e che è anche quello più semplice da immaginare, consiste in quella che a molti partner spaventati risulta come una vera e propria doppia personalità.

Per essere più precisi, avviene di frequente che una persona si presenti sul sito di incontri in una certa maniera e mostri una particolare propensione verso un preciso tema, ma che tutto ciò non si riscontri nella realtà.

Si tratta di un atteggiamento talvolta innato (chi non tende a migliorare leggermente la descrizione di sé quando non è immediatamente previsto un contatto con l’altra persona?) ma che in certi casi è così estremizzato che destabilizza completamente il/la partner. Il suggerimento, dunque, è quello di sviluppare uno spirito critico verso la propria persona che sappia evidenziare quando si sta esagerando nell’attribuirsi qualità inesistenti.

È giusto voler fare buona impressione, ma si deve ricordare che l’onestà paga sempre.

Organizzare l’incontro nella “comfort zone”

Dopo giorni – se non settimane – di chiacchiere in chat è finalmente giunto il momento di incontrarsi. La trepidante gioia che segue il primo “sì” si trasforma quasi immediatamente in apprensione e preoccupazione, perché il punto fondamentale consiste nel selezionare un luogo in cui incontrarsi.

Proprio la scelta del luogo può causare il fallimento di un incontro. L’istinto spinge immediatamente a consigliare un luogo noto, appartenente a quella che viene definita “comfort zone”, poiché si tratta quasi certamente di un posto popolato da persone che si conoscono.

Tuttavia c’è da tenere in considerazione che ritrovarsi nella situazione di dover salutare ogni istante qualcuno che si conosce può non risultare gradito alla persona con la quale ci si incontra. L’immagine di sé che si può restituire in un caso simile è di una persona insicura che, a discapito della soddisfazione del partner, propone di incontrarsi in un posto conosciuto per sentirsi al sicuro da eventuali disagi.

Non è raro che per ricorrere a un simile espediente si selezionino locali di dubbia qualità e reputazione, in cui l’altra persona può non sentirsi al sicuro.

Per evitare che l’appuntamento fallisca clamorosamente ancor prima di cominciare, dunque, cosa si può fare? L’ideale sarebbe selezionare un locale noto, possibilmente con un’atmosfera romantica, lontano dalle proprie abitazioni, per incontrarsi in un terreno “neutrale” e nuovo.

E se il locale prescelto non dovesse rivelarsi all’altezza? Pazienza: in alcuni casi un primo incontro da dimenticare (per forze esterne) diventa un ricordo divertente e spensierato.

Una conversazione leggera

È inutile dirlo: nonostante tutto il tempo investito a discutere sul sito di incontri, il primo sguardo fa tutto un altro effetto, e può essere difficile rompere il ghiaccio. Ad ogni modo, per poter intavolare una discussione è possibile ricorrere a diversi argomenti: secondo il mood inglese si può disquisire delle condizioni climatiche, o in alternativa si può decidere di commentare il traffico, la città, l’atmosfera del locale.

Di certo, si deve stare molto lontani da argomenti capaci di aprire un dibattito: si dovrebbe dunque evitare di discutere di politica, di religione e di altri temi sociali difficili.

Questi argomenti sono da riservare a una conoscenza ben più approfondita e avanzata, ma è meglio non intavolarli al primissimo incontro, poiché il rischio è proprio quello di creare una situazione di imbarazzo e di disagio che rischia di far fallire la storia ancor prima di cominciarla.

Evitare l’incontro

Sembra assurdo per una persona che si iscrive a un sito d’incontri, ma accade anche questo: uno dei due non si decide a organizzare un appuntamento. Si tratta di un errore che viene spesso commesso per semplice timidezza e per “ansia da prestazione” (ma non in quel senso).

Dopo tante conversazioni e scambi di opinioni di fronte a uno schermo, dunque, può arrivare il momento di fare sul serio e proprio a questo punto uno dei due può iniziare a inventare scuse per non incontrarsi e rimandare continuamente.

Se questo comportamento è causato da semplice insicurezza, il consiglio è quello di provare a superarla una volta per tutte: restare in questa situazione di stallo, infatti, rischia di far perdere l’interesse nei propri confronti a un partner potenzialmente attraente.

Non curare il linguaggio del corpo

Questo punto non deve assolutamente essere sottovalutato: gli occhi e le espressioni, nonché alcuni atteggiamenti, comunicano molto più di quanto non si vorrebbe. È quindi importante assumere, di fronte all’altra persona, una postura sicura ma rilassata e disinvolta.

Quando possibile, i muscoli del volto dovrebbero essere sereni e il sorriso appena accennato; le donne, inoltre, dovrebbero mostrare leggermente il collo e i polsi, mentre gli uomini dovrebbero evitare di incrociare frequentemente le braccia. Non curare il linguaggio del corpo può creare situazioni imbarazzanti e mostrare un’immagine poco gradita all’interlocutore.

Certamente non è possibile controllare tutte le emozioni, soprattutto se si tratta del primo appuntamento, ma impegnarsi ad assumere un atteggiamento disinvolto può migliorare la propria esperienza, e indubbiamente quella di chi si ha di fronte.